2016 - Assemblea Annuale

 

Verbale dell’Assemblea del Collegio dei Professori e dei Ricercatori di Psicologia Clinica delle Università Italiane - 9 aprile 2016 (ore 11.00-16.00) - Aula dell’Unità di Psicologia Clinica - Polo Bio-Tecnologico, via Volturno n. 26, Parma

 

Presenti: Rita Ardito, Marco Luigi Bellani, Giulia Buodo, Stefano Caracciolo, Silvia Casale, Lorys Castelli, Loredana Cena, Angelo Compare, Chiara Conti, Fiammetta Cosci, Cristina Curtolo, Lidia Del Picoolo, Davide Dettore, Dina Di Giacomo, Giovanni Andrea Fava, Christian Franceschini, Maria Francesca Freda, Franco Freilone, Mario Fulcheri, Federica Galli, Claudio Gentili, Marta Ghisi, Nicola Girtler, Silvana Grandi, Antonella Granieri, Paolo Leombruni, Fabio Madeddu, Paola Manfredi, Enrico Molinari, Luca Ostacoli, Annamaria Petito, Carlo Pruneti, Chiara Rafanelli, Chiara Ruini, Enzo Sanavio, Salvatore Settineri, Elena Tomba, Fabio Veglia, Maria Cristina Verrocchio.

 

Assenti Giustificati: Elena Acquarini, Bruno Baldaro, Franco Borgogno, Rabih Chattat, Gianluca Castelnuovo, Benedetto Farina, Stefano Ferracuti, Andrea Fossati, Maria Luisa Gennari, Marco Giannini, Luca Iani, Carlo Lai, Girolamo Lo Verso, Cesare Maffei, Carmela Mento, Clara Mucci, Donato Munno, Cecilia Pace, Daniela Palomba, Maria Catena Ausilia Quattropani, Nicolino Rossi, Chiara Simonelli, Maria Grazia Strepparava, Eliana Tossani, Paolo Valerio, Elena Anna Maria Vegni, Cristiano Violani

 

Ordine del Giorno

  1. Comunicazioni del Presidente

A partire dal 10.04.2016 Mario Fulcheri subentrerà a Fabio Veglia come Presidente del Collegio dei Professori e dei Ricercatori di Psicologia Clinica delle Università Italiane.

Aggiornamento sul Congresso AIP di Milazzo: c’è stata una riunione con alcuni rappresentanti del Collegio M-PSI07 in cui l’AIP si è resa disponibile a dare i propri spazi per ospitare l’Assemblea Annuale del Collegio, tuttavia questa occasione non è stata colta per mantenere la cadenza statutaria dei tempi dell’Assemblea Annuale.

Infine, Fabio Veglia comunica che nell’anno corrente sarà consegnato l’aggiornamento del quadro generale dello stato dell’arte istituzionale del settore in Italia.

 

  1. Relazione del tesoriere

Carlo Pruneti comunica che il nuovo IBAN del conto del Collegio è IT80 Y032 9601 6010 0006 7063 365. Il saldo al 08.04.2016 è di euro 11707,09.

 

  1. Approvazione quota annuale di adesione al Collegio;

Il Presidente Fabio Veglia propone di mantenere la quota di iscrizione annuale al Collegio a 20 euro. L’Assemblea approva all’unanimità.

I Presidenti Fabio Veglia e Mario Fulcheri sollevano la discussione su come utilizzare le risorse economiche del Collegio.

Enrico Molinari interviene dicendo che la cifra è troppo bassa affinché ci siano i margini per elargire o investire.

Fiammetta Cosci propone di fare una giornata di ricerca diretta ai giovani in cui si elargisce un premio.

Fabio Madeddu propone di fare in modo che il Collegio patrocini attività. L’Assemblea delibera che il patrocinio sia dato su richiesta formulata al Direttivo che ratificherà in tempo utile.

Mario Fulcheri propone di fare pre-workshop ai congressi che siano patrocinati dal Collegio e permettano di trasferire conoscenze ai giovani e raccogliere fondi da dare a giovani meritevoli.

 

  1. Nuovo sito del collegio;

Fiammetta Cosci illustra il nuovo sito del Collegio che è online alla pagina www.collegiodipsicologiaclinica.it. Si tratta di un sito dinamico che sarà aggiornato da Gianluca Castelnuovo e Fiammetta Cosci.

Fabio Veglia: propone di mettere nel sito le specificità di ricerca dei membri del Collegio, propone di creare una sezione riservata per i membri del Collegio per mettere temi e dibattiti che non siano di interesse pubblico.

Carlo Molinari chiede di linkare il sito a Google analytics per verificare quanto è visitato.

Carlo Pruneti propone di utilizzare il sito per fare proposte per attivare collaborazioni che saranno collocate nella sezione “in evidenza” del sito medesimo.

Carlo Pruneti e Mario Fulcheri suggeriscono di linkare il sito a pagine utili.

Giovanni Fava fa notare che il sito necessita di essere vivo avendo continui input ed aggiornamenti, quindi incoraggia tutti gli M-PSI08 a fornire informazioni da aggiungere. Possibili esempi di materiale sono bandi per assegni di ricerca, condivisione di risultati di ricerche. Tutto il materiale che si reputa di voler far pubblicare nel sito del Collegio deve essere inviato al Segretario Fiammetta Cosci al seguente indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Fiammetta Cosci propone all’Assemblea di non inviare più per email il verbale di assemblea o le note informative sulle iniziative ma di pubblicare questo materiale sul sito ed inviare una email ai membri del Collegio che rimandi al sito stesso. L’Assemblea approva all’unanimità in modo tale da valorizzare il sito e far abituare le persone a consultarlo.

 

  1. Didattica della psicologia clinica in Italia stato dell’arte e docenti incardinati;

Per visualizzare tutto il materiale clicca qui

Carlo Pruneti illustra lo stato dell’arte di cui sopra facendo notare che il 30% degli M-PSI08 non è iscritto al Collegio, che dai dati MIUR gli M-PSI08 sono in tutto 152, che il 24% dei programmi dei corsi non è aggiornato, che il 28% dei programmi dei corsi non è online, che nel 41% dei casi il programma del corso non è aggiornato per l’a.a. in corso e che nel 7% dei casi c’è solo il nome del corso ma nessun’altra informazione. Carlo Pruneti osserva che i libri di testo proposti nei corsi sono molto eterogenei e propone di fare libri di testo in collaborazione fra i membri del Collegio.

Il materiale esposto al presente punto può essere richiesto a Carlo Pruneti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e una sua sintesi sarà pubblicata sul sito del Collegio.

Mario Fulcheri propone di identificare un core curriculum che faccia da base per definire le competenze dello psicologo clinico che sia poi fatto vagliare ed approvare dalla Consulta della Psicologia Accademica. Fa poi notare che ci vuole attenzione da parte delle Scuole nello stabilire il cut-off del numero di CFU necessari per entrare alla LM in psicologia pur avendo completato una laurea triennale in altre Scuole. Propone che il Collegio prenda una posizione rispetto ai laboratori condotti da M-PSI08 affinché sia chiaro alle Scuole che sono laboratori didattici.

Silvana Grandi fa notare che ci deve essere attenzione anche ai CFU collezionati con corsi singoli come CFU da poter spendere per l’ammissione alla LM.

Fabio Madeddu fa notare che quest’ultimo punto è strettamente dipendente dall’autonomia universitaria.

Fabio Veglia chiede all’Assemblea se vi sia interesse a sviluppare linee guida di un core curriculum e se vi sia interesse a dibattere sui CFU necessari per definire l’accesso alla LM.

Maria Francesca Freda fa notare che le linee guida esistono già e sono quelle dell’ultima Conferenza dei Presidi e fanno riferimento ad un minimo 88 CFU in corsi di psicologia in minimo 6 settori psicologici diversi.

Enrico Molinari riferisce che presso la sua Università è richiesta la laurea triennale in psicologia per poter alla LM e sottolinea che la LM deve fornire abilità specifiche, quindi la didattica fortemente qualificata in clinica ed i laboratori.

Carlo Pruneti riferisce che ha tentato di identificare gli insegnamenti dati a contratto ma che si tratta di un mare magnum e che vi è una moltitudine di professionalità che insegna psicologia clinica.

Enrico Molinari informa che il MIUR ha confrontato il numero di docenti in ruolo nel decennio 2006-2015 e nell’area 11/E4 è emersa una riduzione del 25% del numero dei docenti. La psicologa clinica è cresciuta del 3% mentre la pedagogia è aumentata del 12%. C’è da considerare però che nel 2006 c’erano gli RTI mentre adesso ci sono gli RTD. Sottolinea poi che le questioni inerenti la docenza di un corso si risolvono localmente e tali decisioni spettano agli ordinari, nelle sedi dove gli ordinari sono pochi o assenti è difficile difendere la psicologia clinica nei propri e negli altrui corsi di laurea. Quindi, per difendere la psicologia clinica è necessario difendere le progressioni di carriera. L’invito è non sguarnire le sedi degli apicali. Riferisce, infine, che sarà varata una legge per gli educatori professionali per cui devono avere la laurea in scienze dell’educazione e non altre lauree per poter svolgere il proprio lavoro educativo. Questo potrebbe ridurre il numero degli iscritti in psicologia ed obbligare chi sta già lavorando a conseguire il titolo appropriato. L’altro elemento importante è che la psicologia non è ancora riuscita ad essere considerata una disciplina sanitaria.

Fabio Madeddu riferisce che gli universitari in forte ascesa risultano essere quelli delle aree pedagogiche nell’idea che saranno questi colleghi ad organizzare le attività educative.

Mario Fulcheri suggerisce di difendere la psicologia clinica nella formazione degli educatori affinché il termine clinico sia riservato agli ambiti prettamente clinici, quindi della medicina e della psicologia.

Ezio Sanavio esorta a dire una parola chiara circa l’accesso alle magistrali stabilendo che è necessario avere la laurea triennale in psicologia clinica.

Maria Francesca Freda fa notare che la legge 509 non contempla questa possibilità.

Mario Fulcheri fa notare che nella CPA non è rappresentato il settore M-PSI08 ed esorta i membri del Collegio a creare questa rappresentanza. Un modo per farlo è aderire all’AIP.

L’Assemblea decide che sul sito in una sezione protetta sarà fatta circolare una proposta per verificare se la maggioranza o tutti firmerebbero un breve documento inerente i criteri per accedere alla LM.

 

  1. Ricerca in psicologia clinica in Italia: proposte operative;

Giovanni Fava ed il gruppo di ricerca si erano fatti carico di realizzare 2 iniziative: il seminario organizzato da Dina Di Giacomo dell’Università de L’Aquila sulla “progettazione europea” che ha avuto luogo il 22-23 ottobre 2015 ed il seminario organizzato da Elena Tomba dell’Università di Bologna su “Come pubblicare su riviste ad alto impatto” che ha avuto luogo il 08.04.2016. Un’altra iniziativa che era stata richiesta era un seminario sull’ideazione di un progetto di ricerca che coinvolgesse esperti internazionali. Poiché questa iniziativa necessita di fondi, è stata organizzata nell’ambito dell’International College of Psychosomatic Medicine ed avverrà l’8-9 settembre 2016 a Lisbona. Si tratta del “I workgroup on psychosomatic research and pratice” (per maggiori informazioni si veda il Sito del Collegio nella sezione “iniziative”). L’iniziativa prevedere un format non tradizionale poiché si tratterà di lavorare a piccoli gruppi con 2 esperti metodologi per gruppo ed i partecipanti avranno modo di presentare un progetto di ricerca o un caso clinico che sarà oggetto di discussione nel gruppo. Ci saranno inoltre relazioni interattive che prevedono che il relatore parli 10 minuti e poi seguano domande. Giovanni Fava propone di dare il patrocinio del Collegio a questa iniziativa, l’Assemblea approva all’unanimità.

Dina Di Giacomo riferisce che in aprile usciranno 2 call EU che prevedono l’attivazione di politiche che permettano la promozione della salute dei giovani rispetto all’uso dell’alcol. Entro il 15.04.2016 vi è, inoltre, la possibilità di partecipare ad una survey sulle malattie mentali (i.e., ivi compreso il disagio e lo svantaggio) che richiede di presentare il servizio che si offre con proposte per migliorarlo. Partecipare è importante per entrare a far parte dei servizi EU e della lista degli stakeholders. I servizi interessanti saranno poi chiamati a collaborare per creare linee politiche per le prossime call. Il link per partecipare alla survey di cui sopra è stato inviato per email in data 09.04.2016 ai membri del Collegio. Dina Di Giacomo, inoltre, suggerisce di partecipare agli info day che EU organizza (soprattutto quelli a Bruxelles) perché in queste occasioni le call sono presentati dai programme officers che evidenziano i punti su cui fare la ricerca a cui EU è maggiormente interessata.

 

  1. Terzo livello: proposte operative e possibili aggregazioni di atenei interessati a scuole di specializzazione e dottorato;

Fiammetta Cosci ricorda che l’idea di base è creare Scuole di specializzazione aggregate in psicologia clinica aggregando per esempio 3 Atenei in modo tale che ognuno di essi metta 1 borsa a disposizione per garantire la copertura minima di 3 borse per ognuno dei 5 anni (DM 24.7.2006 GU n. 246 del 21.10.2006). Ricorda inoltre che all’Assemblea Annuale del 22.05.2015 era stato proposto di aggregare anche i dottorati, in questo caso servono 5 borse per anno, quindi 5 Atenei, se ognuno può fornire soltanto 1 borsa. Di seguito sono riportate le disponibilità delle varie sedi universitarie per effettuare le aggregazioni di cui sopra. Disponibilità per effettuare aggregazioni per scuole di specializzazione: Bologna (Fava), Chieti (Fulcheri), Ferrara (Caracciolo), Firenze (Cosci), Parma (Pruneti) (al 22.05.2015); Napoli (Cotrufo); Messina (Quattropani). Disponibilità aggregazioni per dottorati: Torino (Veglia); Roma (Iani); Messina (Quattropani). Gli interessati sono incoraggiati ad entrare in reciproco contatto.

Mario Fulcheri propone di muovere le associazioni dei pazienti per chiedere al Ministero la riattivazione delle scuole di specializzazione. Propone anche siano realizzati corsi inter-ateneo di alta formazione.

Dina Di Giacomo comunica che vi è un dottorato a L’Aquila che è attualmente congelato soltanto perché non ci sono professori di I eo II fascia in ruolo.

Enrico Molinari propone di voler lavorare sul decreto che regolamenta le scuole di specializzazione per far sì che 1 anno di dottorato possa essere effettuato in scuola di specializzazione. Chi è interessato a lavorare su questo progetto lo contatti.

 

  1. Quadro di riferimento nazionale del collegio;

Mario Fulcheri fa presente che il dal 16 al 18 settembre 2016 ci sarà il congresso AIP a Roma il link all’iniziativa è presente sul sito, potrebbe essere un’occasione interessante per proporre un simposio del Collegio (la deadline è il 20.04.2016) e comunque partecipare anche considerando che a fine novembre ci saranno le rielezioni del consiglio dell’AIP. Riporta inoltre la preoccupazione di Marina Quattropani e Carmela Mento in quanto nella loro sede gli M-PSI08 non sono inclusi negli insegnamenti delle Scuole diverse da quella di psicologia.

Infine, riferisce che spenderà il suo mandato per far emergere il Collegio nell’ambito dell’AIP e della CPA.

 

9. Varie ed eventuali.

Ezio Sanavio illustra un'iniziativa dell'Università di Padova, coordinata col Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Psicologi, atta a sensibilizzare istituzioni e popolazione in tema di interventi psicologici per ansia e depressione e chiede che il Collegio sia coinvolto attivamente. Il convegno sarà in novembre 2016 e prevederà come ospite d’onore David Clark. L’intento è scientifico e atto a stimolare anche in Italia iniziative simili a quelle da tempo avviate in Gran Bretagna e note col nome di IAPT: Improving Access to Psychological Therapies. La diffusione delle terapie psicologiche per ansia e depressione ha ricadute benefiche e quantitativamente rilevanti sulla diminuzione delle assenze dal lavoro, dell’incidentalità sul lavoro e sulla strada, dell’abuso di alcol, della spesa sanitaria. Nel corso del convegno verrà formalizzato un documento non solo scientifico, ma di più ampio respiro culturale, volto al mondo del lavoro, organi di informazione, vertici politici, agenzie sanitarie. Tutti i membri del collegio sono invitati a contribuire alla stesura di tale documento. Ezio Sanavio chiede inoltre che il Collegio patrocini l’iniziativa. L’Assemblea approva all’unanimità il patrocinio di cui sopra.


Mario Fulcheri ricorda che il 9-12.06.2016 si terrà il convegno di Chieti in Psicoterapia medica (il link all’evento è presente sul sito del Collegio).

 

L’Assemblea è tolta alle ore 16.00.

 

 

Al termine dell’assemblea in una riunione del direttivo sono state così sintetizzate le iniziative che l’assemblea ha proposto:

Gruppo Istituzione: nell’anno corrente sarà consegnato l’aggiornamento del quadro generale dello stato dell’arte istituzionale del settore in Italia.

Gruppo Ricerca: “I workgroup on psychosomatic research and practice”, Lisbona, 8-9 settembre 2016.

Gruppo didattica: proporre un core curriculum e una proposta inerente i criteri per accedere alla LM.

Gruppo III livello: favorire le aggregazioni dei colleghi per attivare scuole di specializzazione o dottorati fornendo informazioni sui potenziali interessati.

Gruppo affari esteri: Enrico Molinari lavorerà sul decreto che regolamenta le scuole di specializzazione per far sì che 1 anno di dottorato possa essere effettuato in scuola di specializzazione. Chi è interessato a lavorare su questo progetto lo contatti. Mario Fulcheri spenderà il suo mandato per far emergere il Collegio nell’ambito dell’AIP e della CPA.

Tutti i membri del Collegio: organizzare attività congressuali in cui sia possibile il patrocinio da parte del Collegio; fornire materiale per rendere vivo il sito (esempi di materiale sono bandi per assegni di ricerca, condivisione di risultati di ricerche).

Patrocini concordati: “I workgroup on psychosomatic research and practice”, Lisbona, 8-9 settembre 2016; Convegno Padova novembre 2016.

Eventi da segnalare: Convegno a Chieti 8-9 giugno 2016; “I workgroup on psychosomatic research and practice”, Lisbona, 8-9 settembre 2016; Congresso AIP a Roma il 16-18 settembre 2016; Convegno a Padova a novembre 2016.

 

 

Letto 662 volte Ultima modifica il Lunedì, 28 Novembre 2016 11:10
Altro in questa categoria: « 2015 - Assemblea Annuale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner e/o continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.